Home » Un nuovo superfood, dal Brasile con vigore

Un nuovo superfood, dal Brasile con vigore

a cura di Giulia Macrì
1,2K visualizzazioni
turismo

È la “castanha de baru” (noce di barù in italiano), frutta secca originaria della regione del Minas Gerais, deliziosa da sgranocchiare come aperitivo, versatile da utilizzare in cucina. E potente concentrato di energia, nutrienti nobili e antiossidanti.

Colori, sapori, ritmi e profumi del Brasile nella sede romana dell’Ambasciata, durante uno degli open-day di promozione culturale e turistica che periodicamente  animano le sale di Palazzo Pamphilj, a piazza Navona: questa volta, in primo piano uno dei territori naturalisticamente e culturalmente più ricchi, il Pantanal nello stato del Mato-Grosso, Patrimonio Naturale Mondiale e Riserva della Biosfera, presentato da Embratur (il Brazilian Tourist Board presso l’Ambasciata, ovvero l’ente pubblico di promozione, marketing e sostegno ai servizi, prodotti e destinazioni turistiche del Brasile all’estero, facente capo al Ministero del Turismo brasiliano) in collaborazione con il Sebrae MS (Servizio di Supporto alle Micro e Piccole Imprese del Mato Grosso do Sul), un ente privato impegnato nello sviluppo sostenibile del Brasile attraverso l’operato e la crescita delle Piccole Imprese attive nell’ambiente, nel turismo, nella produzione e trasformazione di materie agroalimentari, nell’ospitalità e nella ristorazione. Di questa regione del Brasile ci hanno raccontato e illustrato gli straordinari scenari naturali, la cultura e le tradizioni – genuine come la cucina – con incontri, esperienze di realtà virtuale, musica dal vivo, show cooking e degustazioni che hanno costituito un vero e proprio “assaggio” di Brasile, una full immersion intensa, esotica e coinvolgente e un’indimenticabile esperienza sensoriale.

Lo chef Marcelo Cotrim ci ha parlato di biodiversità e materie prime uniche al mondo, ha preparato tre ricette tipiche del Pantanal – che Italian Flavour Mag ha presentato e commentato, in uno scoppiettante talk-cooking show, con tanto di degustazione e analisi sensoriali dei piatti da parte del pubblico. E poi abbiamo conosciuto la castanha de baru” o “noce di barù una sorta di mandorla (in realtà, il frutto di una leguminosa arborea) deliziosa da sgranocchiare in semi tostati (simili a dei grossi pinoli) come aperitivo, o da utilizzare in polpa fresca in cucina. Un vero e proprio concentrato di energia, nutrienti nobili e antiossidanti, è ricchissima di fibre, proteine, vitamina E, Omega 3-6-9, potassio, sodio, magnesio, ferro zinco, che ne fanno un potente rinvigorente, che difatti viene indicato come una sorta di “viagra” naturale… buono per tutti. Fino a pochi anni fa l’utilizzo della noce di barù, presente sul territorio da sempre, era destinata al solo consumo domestico, ma oggi, grazie all’impegno delle cooperative degli agricoltori locali nell’organizzazione e nella valorizzazione della sua produzione, è più conosciuta (tanto che è stata anche inclusa tra i 20 presidi Slow Food del Brasile), diffusa e impiegata su più larga scala, ma soprattutto pronta all’esportazione fuori dai confini nazionali. Infatti, oltre che tostata (tradizionalmente, in una pentola su stufa a legna, che conferisce i caratteristici sentori di delicate note legnose di noce), la castanha può essere usata come ingrediente fresco nella preparazione di dolci e se ne può anche estrarre un olio alimentare molto aromatico e un olio curativo antireumatico… Insomma, grazie all’evento proposto dall’Ambasciata, pieno di vita, di musica e di colore, abbiamo scoperto altri piccoli grandi tesori del Brasile e un pò del loro sorprendente, unico e speciale sapore.

Marcelo Cotrim, lo chef originario del Pantanal Mato Grosso impegnato nel programma internazionale di promozione della gastronomia e dei prodotti della biodiversità di questo straordinario territorio

Per info e contatti:

Ambasciata del Brasile a Roma

Piazza Navona, 10/14

Tel. 06 68 75 252

www.facebook.com/brasile.roma/

roma.itamaraty.gov.br

brasemb.roma@itam

 

Sebrae Mato Grosso do Sul

Av. Mato Grosso, 1661 – Centro, Campo Grande – MS, 79002-950, Brasile

Tel. +55 800 57 00 800

www.sebrae.com.br

https://www.facebook.com/sebraemt/

https://www.instagram.com/sebraematogrosso/

 

Embratur

@embratur.com.br (presidenza)

Tel. +55 61 20 23 85 00

@embratur.com.br (stampa)

Tel. +55 61 20 23 85 45

 

Slow Food
(Denise Barbosa Silva)
Tel. +55 61 8178 8663
d.barbosa@slowfoodbrasil.com
contato@slowfoodbrasil.com

Presidio Produttori
Dionete Figueiredo Barboza (COPABASE)
Tel. +55 38 9908 7610
dionete.copabase@gmail.com

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento